Salta al contenuto principale

Catena di fornitura sostenibile

Il valore generato nei territori dove operiamo

La nostra estesa presenza a livello mondiale ci consente di portare il nostro contributo allo sviluppo sociale, all’economia, all’occupazione in molti Paesi, anche in aree geografiche ancora vulnerabili e caratterizzate da squilibri sociali, sacche di grande povertà, basso livello medio di istruzione e alta disoccupazione.

Nel nostro percorso verso il 2025, desideriamo porre grande attenzione a questo lato della nostra attività. Il valore che creiamo nei Paesi dove andiamo a operare è di grande rilevanza nella nostra dimensione di sostenibilità. La Sostenibilità per il Gruppo Maire Tecnimont riguarda sia il nostro rapporto con la filiera dei fornitori, la nostra supply chain, che il nostro diretto contributo nei confronti delle comunità locali, e in questi due ambiti ci adoperiamo in particolare per:

 

  • Aumentare la quota di prodotti e servizi acquistati localmente, cercando parimenti di rafforzare la capacità delle aziende italiane di essere player forti sui mercati esteri
  • Implementare lo scambio di conoscenza con le catene di valore locali (fornitori e subcontractors) sulle tematiche di salute e sicurezza nelle costruzioni e sui temi legati al benessere delle persone che lavorano nei cantieri. L’obiettivo è l’aumento gli audit sul rispetto dei diritti umani lungo la nostra catena di fornitura, estendendo geograficamente i Social Impact Assessment
  • Potenziare i programmi di trasferimento tecnologico con le Università e le iniziative sociali a beneficio delle comunità locali, mediante un piano specifico di corporate giving

Analisi del contributo locale dei maggiori progetti in corso

La valutazione del contenuto locale in termini di spesa, aiuta Maire Tecnimont a quantificare le ricadute positive delle proprie attività sulle economie e società locali.

Per questo motivo il Gruppo ha sviluppato internamente un modello atto a quantificare la propria impronta in un territorio in termini di sviluppo, occupazione locale e crescita del capitale umano. In particolare, sono stati individuati i 27 progetti più rappresentativi del Gruppo in tutto il mondo il cui totale di acquisti di beni e servizi, unito alla valorizzazione economica della manodopera e della formazione, in ambito locale a dicembre 2020 ammonta a circa 3,2 miliardi di euro, corrispondenti al 53% dei costi di progetto.

Una catena di fornitura sostenibile

Il Gruppo Maire Tecnimont è consapevole del ruolo cruciale della catena di fornitura nella propria attività ed è costantemente impegnato a consolidare le relazioni con fornitori strategici, con i quali si adopera per instaurare un processo organizzativo condiviso, che integri i principi di responsabilità sociale lungo l’intera catena produttiva.

I fornitori di Maire Tecnimont sono tenuti a seguire i principi fondanti del Codice Etico e a rispettare i diritti umani in conformità con la politica di sostenibilità di Gruppo con l’impegno di adottare le migliori pratiche in termini di diritti umani e condizioni di lavoro, di salute e sicurezza sul lavoro, di responsabilità ambientale. Codice Etico, Policy sui Diritti Umani, Policy sulla Sustainable Supply Chain Modello ex D.Lgs. 231/01.

Processo di qualifica

Al fine di selezionare i migliori fornitori, il Gruppo Maire Tecnimont si avvale di un proprio processo di qualifica in conformità con le normative sugli acquisti a livello locale e nell'Unione Europea e in linea con il modello di gestione del Gruppo.

Il processo di qualifica consiste nella valutazione del fornitore incentrata sulle seguenti aree:

In virtù di tale processo, il fornitore può qualificarsi per categorie merceologiche specifiche e ricevere ordini solo dopo aver superato positivamente la valutazione. La catena di fornitura del Gruppo risulta pertanto significativamente caratterizzata dall'importanza fondamentale attribuita da Maire Tecnimont alla sostenibilità come criterio per la selezione dei fornitori e l'assegnazione di contratti.

Ad oggi, il 100% dei nuovi fornitori è selezionato sulla base di criteri di sostenibilità. In particolare, nel 2020 sono state approvate ben 476 nuove qualifiche.

Il Gruppo conferma gli impegni a lungo termine verso i fornitori con azioni concrete e di miglioramento continuo, introducendo dal 2020 campagne di scouting su geografie target, attivando modalità più robuste nei controlli antiterrorismo e avviando dal 2021 un nuovo programma per la valutazione delle performances.

  • Informazioni industriali
  • Dati finanziari
  • Gestione della qualità
  • Salute, Sicurezza e Ambiente
  • Diritti Umani
  • Compliance (codice etico, anti-corruzione, anti-terrorismo)

Strumenti per la gestione dei fornitori

La soluzione di Industry a supporto della gestione del Vendor Management consente l’accesso a oltre 52.000 fornitori e fa leva su best practices riconosciute dal mercato.

Il processo di qualifica, obbligatorio per l’acquisto di materiali e servizi a progetto, richiede al potenziale fornitore di registrarsi nella piattaforma e compilare questionari tecnici online, comunicando le proprie policy e metriche su aspetti ambientali, sociali e in ambito salute e sicurezza. In particolare, a seconda del prodotto/servizio offerto, i questionari di Industry sono concepiti per valutare i principali parametri inerenti la sostenibilità:

  • Integrità: commercio equo, conflitto d'interessi, corruzione e concussione
  • Diritti umani e dei lavoratori: lavoro minorile, salute e sicurezza, non discriminazione
  • Ambiente: uso di materie prime, consumi energetici ed emissioni CO2, consumo idrico

A partire dal 2021 il questionario è stato integrato con ulteriori domande al fine di avere una più accurata valutazione del potenziale fornitore, ed è in fase di definizione una Sustainability Scorecard. Queste metriche hanno l’obiettivo di valutare la Sostenibilità ambientale, sociale e di governance (ESG) nella Catena di fornitura delle Imprese impiantistiche, costruendo in tal modo un rapporto di cooperazione tra fornitori e general contractor secondo un nuovo modello di coinvolgimento degli stakeholder.

Ultimo aggiornamento: 15/10/2021 11:56