Salta al contenuto principale

Utilizzo di materie prime nuove e alternative

Un progetto innovativo rivoluzionario: conversione diretta di gas in olefine

L’impegno del Gruppo nello sviluppo di processi e tecnologie industriali innovative ha portato nel 2016 a all’ingresso di Maire Tecnimont come investitore nel capitale di Siluria Tecnologies Inc.

Siluria è una società con sede a San Francisco che ha sviluppato tecnologie industriali innovative per la produzione di prodotti chimici e combustibile a partire da gas ricco in metano. Le tecnologie si basano su un processo innovativo e proprietario per la conversione diretta di  gas ricco in metano in etilene e propilene, il cui nome è “OCM” (Oxidative Coupling of Methane).

Con questo investimento, il Gruppo Maire Tecnimont diventa partner esclusivo di Siluria per lo sviluppo e la commercializzazione della Tecnologia per la conversione di “gas ricco in metano” in propilene, con anche una flessibilità di produzione di etilene nonché di buteno-1 e di eseno-1.  
Il più grande impianto pilota è a La-Porte in Texas.  Il primo impianto industriale dovrebbe aprire alla fine del 2020. 
Il Propilene è uno dei principali elementi costitutivi dell’industria petrolchimica globale, con un mercato totale di circa 100 milioni di tonnellate l’anno.
Per decenni il propilene è stato prodotto con processi ad alto consumo di energia e risorse.

L’elevato investimento richiesto e la bassa efficienza energetica di queste tecnologie hanno storicamente portato alla costruzione di impianti su larga scala (con capacità di milioni di tonnellate all’anno ed investimenti nell’ordine di parecchi miliardi di dollari).
La nostra tecnologia Gas To Propylene rende possibile la produzione di propilene attraverso un processo innovativo con un’efficienza energetica molto superiore. Ciò significa costi di investimenti più bassi, riduzione del consumo di combustibili fossili e, in ultima analisi, riduzione dell’emissione di gas serra.
 


Nuova tecnologia per la separazione delle componenti acide del gas naturale 

Nell’ambito della selezione di progetti sostenibili innovativi, il Gruppo ha promosso la tecnologia DCCD™ (Dual Column Cryogenic Distillation) - un processo innovativo per la separazione, mediante distillazione criogenica, delle componenti acide contenute nei pozzi di gas naturale.

Molti giacimenti di gas naturale contengono una quantità significativa di CO₂: per rendere il gas idoneo alla commercializzazione e all’uso, essa deve essere rimossa. La CO₂ rimossa mediante tecnologie tradizionali, viene normalmente rilasciata in atmosfera in quanto, in molti casi la re-iniezione è resa infattibile dai costi con la conseguenza che, anche per questo motivo, i giacimenti ad alto contenuto di CO₂ non vengono sfruttati. La tecnologia DCCD™, sviluppata congiuntamente da Tecnimont e dal Politecnico di Milano, permette lo sviluppo di questi giacimenti di gas naturale in modo più economico e sostenibile.

Le caratteristiche intrinseche della tecnologia DCCD™ riducono considerevolmente i costi di produzione del gas naturale e i costi di re-iniezione della CO2, dando impulso così allo sviluppo di questi due complessi settori e al tempo stesso limitando le emissioni di gas serra. 
A seguito di approfonditi studi di termodinamica, modellizzazione e simulazione, nel 2016 è stato costruito e messo in esercizio un impianto pilota su scala di laboratorio. La tecnologia DCCD™ è stata dimostrata e validata con successo attraverso una campagna sperimentale durata un anno.

Nel corso del 2017, le attività principali si sono focalizzate sull’esecuzione di ulteriori test sperimentali, sullo sviluppo di un technology design package per un impianto industriale e sulla ricerca di un Partner con cui collaborare per la realizzazione di un impianto pilota dimostrativo, su scala semi industriale, permettendo così l’avvio delle attività di commercializzazione e licenza della nuova tecnologia.


Produzione di nuovi composti chimici e intermedi

A seguito del progetto di R&S CARENA finanziato dalla Commissione Europea, KT – Kinetics Technology ha sviluppato le attività sperimentali a livello di impianto pilota sull’applicazione di reattori a membrana per la produzione di propilene mediante deidrogenazione selettiva del propano. La ricerca è stata eseguita in collaborazione con l’Università di Salerno.
 

Ultimo aggiornamento: 12/11/2018 20:44