Salta al contenuto principale

Performance

Il Gruppo segue un approccio preventivo per ridurre il rischio di incidenti, salvaguardando salute e sicurezza sia dei dipendenti che del personale sotto la sua responsabilità, e minimizzando gli impatti negativi negli headquarter e nei cantieri di costruzione.

Il monitoraggio dei risultati HSE aiuta a fornire un quadro delle azioni attuate dal management aziendale. 

Il sistema di Gestione della salute e sicurezza certificato OHSAS 18001 assicura controllo, monitoraggio e manutenzione di ambienti di lavoro, servizi e apparecchiature, in base ai requisiti di legge e in linea con la normativa applicabile. 

Nelle sedi del Gruppo e nei cantieri di costruzione in tutto il mondo, sono state lavorate oltre 167 milioni di ore-uomo negli ultimi 3 anni. Nel 2017, le ore-uomo sono state 95.419.662. 

All’interno del nostro Gruppo, inoltre, nell’ultimo triennio non sono state registrate malattie professionali: l’ODR (Occupational Disease Rate) è pari a 0. 

Negli ultimi 3 anni, nei cantieri di costruzione MET E&C di Maire Tecnimont sono state lavorate in totale oltre 144 milioni di ore-uomo. Nel 2017, le ore-uomo sono state 86.695.854.

Il Gruppo monitora le performance nei cantieri tramite la registrazione di diversi indicatori tra i quali i più importanti sono:

  • Lost Time Injury Frequency (LTIF) - il numero di infortuni (Fatalities e Lost Work Day Cases) diviso le ore lavorate nell’anno per 1 milione;
  • Total Recordable Injury Rate (TRIR) - il numero totale di infortuni registrabili diviso le ore lavorate nell’anno per 1 milione, che considera non solo le Fatalities e i Lost Work Day Cases, ma anche i Restricted Work Day Cases e i Medical Treatments;

Grazie al nostro continuo impegno in materia HSE, nel 2017, per la business unit Technology, Engineering and Construction (MET E&C) abbiamo registrato un Lost Time Injury Frequency (LTIF) pari a 0,046 e un Total Recordable Injury Rate (TRIR) pari a 0,150.

I valori e i trend registrati sono comparati con benchmark internazionali come quelli dell’IOGP (International Association of Oil & Gas Producers) e mostrano nel 2017 un valore LTIF, rispetto all’indicatore di benchmark dell’IOGP, notevolmente positivo e 3,4 volte migliore, evidenziando in questo modo il grande sforzo attuato dal Gruppo nella gestione della sicurezza di tutte le maestranze e gli stakeholder presenti nei nostri cantieri.
 

Ultimo aggiornamento: 15/11/2018 15:03