Salta al contenuto principale

Innovazione

In Maire Tecnimont la cultura dell’innovazione permea la sua organizzazione, i suoi processi e i suoi sistemi. Il Gruppo ha avviato un programma di trasformazione digitale con una Vision lanciata nel 2015, chiudendo nel 2018 la prima fase di implementazione, focalizzata sulla digitalizzazione dei suoi processi chiave.

Maire Tecnimont ha applicato un approccio olistico alla trasformazione digitale, integrando la tecnologia nell'evoluzione dei processi e dell'organizzazione, con l'obiettivo di aumentare l'efficacia, la sicurezza e la produttività delle sue attività. In questa prima fase di trasformazione, Maire Tecnimont ha lavorato su diverse aree sinergiche.

La prima area è la digitalizzazione delle attività critiche nell’ambito dei processi chiave, che comprendono Engineering, Procurement e Construction. Oggi, Maire Tecnimont ha raggiunto un alto livello di sviluppo nei sistemi di modellazione, consentendo la completa progettazione delle discipline attraverso il BIM (Building Information Modeling), che consente l'utilizzo della modellazione 4D. Questo approccio alle attività di design e di contracting, lungo i principali processi EPC, consente di integrare la modellazione con la programmazione. Con l'implementazione del sistema AWP (Advanced Work Packaging) è possibile ridefinire le priorità con un approccio realmente construction-driven. Tale cambio di paradigma consente di gestire le sequenze tipiche della progettazione ingegneristica in modo non convenzionale.

La seconda area di intervento è la riduzione dei tempi e dei costi per l'azienda ed i suoi clienti, sfruttando soluzioni digitali e innovative. Nel fare questo, il ruolo di Maire Tecnimont è cruciale per l'intera filiera, perché in qualità di EPC contractor svolge un ruolo di integratore, applicando le opportunità di innovazione che i singoli attori rendono disponibili. Ad esempio, i vantaggi della comunicazione digitale wireless in un impianto si manifestano principalmente nella riduzione delle attività di costruzione (posa cavi ridotta, building footprint) e nel miglioramento dell’efficienza operativa. Il contractor EPC può vedere il quadro d’insieme e portare queste innovazioni ai clienti.

Un’ulteriore area di interesse è rivolta all'utilizzo dei "big data", che forniscono supporto decisionale basato sull’analisi dei dati per la gestione dei progetti EPC. Non solo realizzando applicazioni smart e dashboard, ma anche implementando Robotic Process Automation per le attività di back office.

L'introduzione delle tecnologie digitali emergenti impatta sull'equilibrio della value chain con nuovi modelli di business potenzialmente dirompenti. Maire Tecnimont sta sviluppando il "digital twin" (il gemello digitale dell’impianto) testando nuove soluzioni sperimentali in collaborazione con i principali attori del settore. Il Gruppo sta testando l’impiego della stampa 3D in diverse fasi dei suoi processi. Per esempio, è possibile trarre beneficio dal c.d. “additive manufacturing” nella produzione di catalizzatori e dei relativi supporti, non solo per le soluzioni geometriche avanzate, ma anche per la velocità di esecuzione e la riservatezza della produzione.

Tutte queste attività innovative non sarebbero efficaci senza il pieno coinvolgimento dei collaboratori. La trasformazione digitale richiede un cambiamento anche nella relazione tra l’azienda ed i collaboratori, che deve essere basata su un forte orientamento ai risultati, piuttosto che su un semplice tempo di presenza in ufficio. In quest’ottica Maire Tecnimont ha lanciato il programma Be Adaptive!, che ha permesso ai  dipendenti di contribuire alla trasformazione dell'ambiente di lavoro e all'introduzione dello smart working. Come risultato si sta registrando un aumento della produttività, del coinvolgimento e dell'impegno.

La strada da percorrere per la trasformazione digitale del Gruppo è pienamente in linea con il DNA innovativo di Maire Tecnimont che genera un vantaggio tecnologico e digitale per i suoi clienti.
    
 

 

Ultimo aggiornamento: 15/12/2018 00:41